blog di Willeke Carli

Il 4 novembre si commemora, il "Genio della BOXE", New York, nella 14a strada Vive la Memoria

D'Amato e il giovane TysonCostantino "Cus" D'Amato è nato nel 1908 di una famiglia italiana in un quartiere del Bronx. Nel 1939, all'età di 22 anni apre una palestra  destinata a crescere giovani che sono divenute tra le più grandi leggende del pugilato del nostro tempo.      Conosciuto per la sua integrità e onestà senza compromessi, Cus rifiuta di fare combattere alcuni i suoi Pugili negli eventi della  IBC (il gruppo fu più tardi colpevole di cospirazione, estorsione e violazione delle leggi anti-trust nel 1960 e fu sciolto) . Nel   1970, rifiutò anche di allenare  Muhammad Ali  dicendo che era felice a Catskill  dove nel 1980, un giovane di nome Mike Tyson, che era in un riformatorio vicino, iniziò ad allenarsi alla sua palestra.   D'Amato Sviluppò un legame speciale con Tyson e l'adottò quando sua madre morì nel 1984.

Un articolo del 1985 della rivista People ha detto quanto segue sulla relazione di D'Amato con Tyson:
In poche parole, D'Amato era tornato superando con astuzia  i monopolisti della boxe degli anni '50,  da Floyd Patterson quale re di questo sport, fu l'uomo a cui si rivolse  Muhammad Ali per essere allenato, l'uomo che Norman Mailer chiamò studente del buddismo.  Il leggendario Cus D'Amato quando era tornato manovrava sul margine dei grandi tempi della boxe persino dopo un'assenza dai circuiti della boxe di quasi 20 anni.   All'età di  77anni, D'Amato annunciò di essere  intenzionato  entro due anni a fare del suo 19enne  di  Mike Tyson, il più giovane campione dei pesi massimi della storia.        E' l'inizio del mese di novembre abbiamo  ricevuto numerosi messaggi riferiti ad uno spirito che a noi nella SPORTFORMA  risulta familiare, la similitidudine  con Guido è forte, talvolta inquetante.   

Italiano

Ne vale la pena !

Oggi ero stanca e demotivata, fino a quando c'è stata la lezione di Boxe con i Leoncini (6-12 anni), seguito dai giovani pugili Sportforma (13-17 anni) guidati dal maestro Guido Carli.
Ecco, vedergli allenarsi il volto rosso dal'impegnarsi, magliette sudate e sorriso sulla faccia contenti ed orgogliosi, più forti, più esperti, singoli pugili ma uniti movendosi all'interno della squadra Sportforma.

Non definito
Abbonamento a Feed RSS - blog di Willeke Carli